Home page - Laboratorio Adolescenza

Presentazione



Laboratorio Adolescenza
è una Associazione libera, apolitica ed aconfessionale, senza fini di lucro che ha come obiettivo quello di promuovere e diffondere lo studio e la ricerca sugli adolescenti, sotto il profilo sociale, psicologico e medico.

Società Italiana di Medicina dell'Adolescenza

Società Italiana di Medicina dell'Adolescenza

Maurizio Tucci, Presidente di Laboratorio Adolescenza, è stato eletto nel Consiglio Direttivo della Società Italiana di Medicina delll'Adolescenza (che rimarrà in carica fino al 2020), che è così composto:

Presidente: Gabriella Pozzobon (Milano)
Vice Presidente: Rossella Gaudino (Verona)
Past President: Pier Nicola Garofalo (Palermo)
Consiglieri: Carlo Alfaro (Sorrento-Na); Serenella Castronuovo (Roma); Giovanni Farello (L'Aquila); Armando Grossi (Roma); Sabino Pesce (Bari); Rosalba Trabalzini (Frascati - RM); Maurizio Tucci (Milano)
Tesoriere: Salvatore Chiavetta (Palermo)

ADOLESCENTANDO - Milano 8 Novembre 2016

ADOLESCENTANDO - Milano 8 Novembre 2016
Secondo appuntamento con ADOLESCENTANDO - presso Portineria 14, in Via Ettore Troilo 14 (zona Ticinese - Naviglio Pavese, angolo via Conchetta) - un ciclo di incontri mensili per parlare e confrontarsi sui temi che oggi interessano maggiormente l’adolescenza.
 
Martedì 8 Novembre  alle 18.30.

Insuccesso scolastico e orientamento: il “male” e la “cura”?
Se ne parla con: Francesco Dell’Oro, già Responsabile del Servizio Orientamento Scolastico del Comune di Milno e Emanuela Duina, Presidente Consiglio di Istituto, Istituto Claudio Varalli.

ADOLESCENTANDO- Milano 13 Ottobre 2016

ADOLESCENTANDO- Milano 13 Ottobre 2016
Laboratorio Adolescenza organizza - presso Portineria 14, in Via Ettore Troilo 14 (zona Ticinese - Naviglio Pavese, angolo via Conchetta) - un ciclo di incontri mensili per parlare e confrontarsi sui temi che oggi interessano maggiormente l’adolescenza.
 
Si tratterà di "chiacchierate" informali con un esperto della tematica trattata, a cui i partecipanti potranno rivolgere domande.
 
Il primo incontro, Internet e la nuova socialità, sarà giovedì 13 ottobre alle 18.30. Ne parleremo con Maurizio Tucci, presidente di Laboratorio Adolescenza, e Roberta Quagliuolo, avvocato.
 
Adolescentando è un incontro molto conviviale che favorisce il dibattito e lo scambio di idee.

ASSEMBLEA LABORATORIO ADOLESCENZA 2016 - RINNOVO CARICE SOCIALI

ASSEMBLEA LABORATORIO ADOLESCENZA 2016 - RINNOVO C...
Il 9 Giugno 2016 si è tenuta l'Assemblea Anniale dei Soci di laboratorio Adolescenza che prevedeva, tra l'altro, il rinnovo delle cariche sociali.

Maurizio Tucci è stato confermato alla Presidenza per il quadriennio 2016-2019

Fanno parte del nuovo Consiglio Direttivo: Gianni Bona, Rocco Cafarelli, Teresa Caputo, Alessandra Marazzani, Roberto Marinello, Gian Luigi Marseglia, Marina Picca, Roberta Quagliuolo, Riccardo Renzi.

Alberto Chaira è stato confermato nella carica di Tesoriere

E' stato inoltre costituito un Comitato Scientifico del quale fanno parte Carlo Buzzi (referente area sociologica) Francesco Dell'Oro (referente area scuola) , Gian Paolo Salvioli (referente area pediatrica), Fulvio Scaparro (referente area psicologica)

Nella sezione "Direttivo" maggiori informazioni e curriculum vitae degli eletti 

Adolescenti e Socialità

Adolescenti e Socialità
E' in fase di ultimazione l'indagine "Adolescenti e Socialità" realizzata da Laboratorio Adolescenza e Società Italiana di Medicina dell'Adolescenza in collaborazione con AVIS.

L'indagine, come sempre, è stata realizzata su un campione nazionale rappresentativo di 2000 studenti di terza media (età 13-14 anni)

Tra i temi affronati:
- la socialità all'inteno del gruppo dei pari
- la socialità in rete
- adolescenti e donazione di Sangue (in collaborazione con AVIS) - seconda edizione
- il fenomeno della ludopatia  (in collaborazione con l'Associazione ALA - Lecce)
- adolescenti e cefalea (in collaborazione con Clinica Pediatrica Università di Pavia e Clinica Pediatrica Università dell'Aquila)

I risulati saranno disponibili nel mese di settembre

Nutrizione & Adolescenti

Nutrizione & Adolescenti
Un interessante contributo su un tema costantemente affrontato da Laboratorio Adolescenza, realizzato da Roberto Marinello, Pediatra di famiglia e Socio Fondatore di Laboratorio Adolescenza, che ha presentato i risultati della nostra indagine "Adolescenza Alimenti per Crescere" ad un importante congresso pediatrico.




clicca sull'immagine per aprire il documento
---------------------------------->

Laboratorio Adolescenza è su Twitter

Laboratorio Adolescenza è su Twitter
Da oggi Laboratorio Adolescenza è anche su Twitter

Seguici anche lì ed invita i tuoi amici a farlo

Il nostro accaunt è:  @labadolescanza

Il Cibo della Mente - Sabato 19 Settembre - in EXPO - ore 10,30 - Presentazione Indagine " - Adolescenza "alimenti" per crescere -

Il Cibo della Mente - Sabato 19 Settembre - in EXP...
Sabato 19 settembre ore 10,30 in EXPO nell'ambito dell'evento "Il Cibo della Mente" (*)
Presentazione dei risultati dell'indagine  - Adolescenza "alimenti" per crescere -
Realizzata da Laboratorio Adolescenza e Società Italiana di Medicina dell'Adolescenza in collaborazione con COOP

Saranno presenti Maurizio Tucci, Presidente Laboratorio Adolescenza e Piernicola Garofalo, Presidente SIMA

(* )COOP FORUM Edificio 125 - Area di Servizio H2 - Primo piano
Posizione “i 23” sulla mappa ufficiale di EXPO a fianco del CLUSTER Cereali e Tuberi - Edificio 120
Fermata più vicina della navetta: Fermata F8 - Ingressi più vicini: Sud e Est

CLICCA SULL'IMMAGINE PER VEDERE IL PROGRAMMA COMPLETO DELL'EVENTO E LE MODALITA' DI PARTECIPAZIONE

ALIMENTAZIONE E SALUTE: un fil rouge per la vita -

ALIMENTAZIONE E SALUTE: un fil rouge per la vita -
Sabato 23 Maggio 2015 si terrà a Milano (dalle ore 8,30 alle 13,00 presso l'Aula Magna del Liceo Tivo Livio in Via Circo 4 ) un incontro dedicato al delicato tema dell'alimentazione. 

I programma dei lavori è costituito da due Tavole rotonde dal titolo:
"Alimentazione e mode alimentari" e "Alimentazione e Comunicazione".

L'incontro sarà dedicato al Prof. Roberto Burgio,
scomparso l'anno scorso, Socio Onorario di Laboratorio Adolescenza ma, soprattutto, suo ispiratore. A ricordarlo sarà Fulvio Scaparro.

L'incontro ha come destinatari: pediatri, psicologi, dietologi, insegnanti, genitori, studenti e tutti coloro che per motivi personali o professionali sono a stretto contatto con l'adolescenza.

L'iscrizione all'evento è gratuita, ma obbligatoria e può essere perfezionata inviando una mail alla segreteria organizzativa all'indirizzo mail: laboratorio.adolescenza@gmail.com

“PARLEZ-VOUS GLOBAL? - ÉDUQUER AU DÉVELOPPEMENT ENTRE MIGRATION ET CITOYENNETÉ MONDIALE”

“PARLEZ-VOUS GLOBAL? - ÉDUQUER AU DÉVELOPPEMENT EN...
Teresa Caputo - coordinatrice dell'area Scuola di Laboratorio Adolescenza e Insegnante di Geografia IIS C. Varalli di Milano -  ha partecipato, in Burkinia,  ad una interessante esperienza di scambio culturale tra docenti europei e africani. Di seguito il suo commento sull'esperienza.

Le scuole italiane parlano globale? Alcune sì. Lo testimoniano i lavori e le esperienze di scambio tra docenti europei e africani che hanno aderito al progetto “Parlez-Vous global?”, progetto finanziato con fondi dell’UE.
A Milano è stata ACRA-CCS, una ONG che da anni si occupa di progetti di sviluppo e di sensibilizzazione delle nuove generazioni, a proporre, a formare docenti e studenti, a coordinare le attività del progetto che le singole scuole hanno poi declinato secondo il proprio ordine, grado e indirizzo .
Cinque  insegnanti delle scuole secondarie di secondo grado di Milano (IIS C. Varalli – IIS Schiaparelli Gramsci) di Bologna (Liceo Sabin e Istituto Professionale) e di Torino (IIS Marie Curie di Grigliasco e di Collegno) hanno vissuto l’esperienza più intensa grazie  allo scambio pedagogico in Burkina Faso (Africa) dal 2 al 7 febbraio 2015. Lo scambio ha consentito sia il confronto diretto  con una realtà assai differente dalla nostra dal punto di vista della cultura, delle tradizioni, sia il confronto con gli insegnanti burkinabe sui temi comuni della migrazione e della cittadinanza mondiale.
Se volete saperne di più o volete utilizzare i materiali prodotti da tutte le scuole aderenti al progetto, basta cliccare sul sito o sulla pagina FB di “Parlez-Vous global?”.
Il documentario del viaggio in Burkina è disponibile anche su youtube al link  https://www.youtube.com/watch?v=zTfXLDi_wD8.


Pubblicati i risultati della sedicesima edizione dell'indagine "Abitudine e Stili di Vita degli Adolescenti Italiani" realizzata dalla Società Italiana di Pediatria in collaborazione cona la Società Italiana di Medicina dell'Adolescenza e Laboratorio Adolescenza

Pubblicati i risultati della sedicesima edizione d...

Tutti i risultati dell'edizione 2014-2015 dell'indagine (e delle edizioni precedenti) li trovi nella sezione "La Ricerca" al link "osservatorio adolescenza"

Per il commento ai risultati clicca sull'immagine --------------------------------------------------------->








Adolescenti e donazione di sangue - Corriere della Sera/Corriere Salute

http://www.corriere.it/salute/pediatria/14_ottobre_21/adolescenti-donazione-sangue-informarli-impegno-strategico-c4788dae-5906-11e4-aac9-759f094570d5.shtml

GIOVEDì 20 NOVEMBRE - ADOLESCENTI E ALCOOL NELLE AREE METROPOLITANE precocità, modelli di consumo, fattori influenti

GIOVEDì 20 NOVEMBRE - ADOLESCENTI E ALCOOL NELLE A...

Nel corso dell’iniziativa verranno resi noti e commentati i dati della indagine su Adolescenti e Alcool -
realizzata dall’Osservatorio Permanente sui Giovani e Alcol, Laboratorio Adolescenza e Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza -  effettuata su un campione di 1.118 studenti di terza media (età 12- 14 anni)  residenti nelle cinque città metropolitane italiane (Torino, Milano, Roma, Napoli e Palermo).


Adolescenti e Alcol: ragazze più condizionate dal gruppo - Corriere della Sera/Corriere Salute

http://www.corriere.it/salute/pediatria/14_dicembre_01/adolescenti-alcol-chi-beve-primo-bicchiere-famiglia-si-ubriaca-meno-961eeb58-7948-11e4-abc3-1c132dc377f5.shtml#

"La scuola che vorrei" - Milano, mercoledì 25 giugno - ore 17,00

"La scuola che vorrei" - Milano, mercoledì 25 giug...
Incontro aperto a genitori, insegnanti, studenti, e tutti coloro che operano a contatto con la scuola e con l’adolescenza, per  avviare una discussione su “la scuola che vorrei” – progetto di studio e ricerca avviato da Laboratorio  Adolescenza che si svilupperà nel corso dell’anno scolastico 2014-2015 - raccogliere contributi di idee e di esperienze per arricchirlo e perfezionarlo.

Mercoledì 25 Giugno, alle ore 17,00, presso la sede del Consiglio di Zona 5 del Comune di Milano (sala Cam), in Viale Tibaldi 41 - Milano
 
Il progetto “La scuola che vorrei” ha  il patrocinio della Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza, della Società Italiana di Cure Primarie Pediatriche e del Consiglio di Zona 5 del Comune di Milano.

Cyberbullismo: un "gioco" pericoloso - Milano, Sabato 17 Maggio 2014, ore 9,30

Cyberbullismo: un "gioco" pericoloso - Milano, Sab...
Laboratorio Adolescenza nei primi mesi del 2014  ha dedicato ampio spazio di attività al tema del cyberbullismo, in particolare lavorando con le scuole (medie e superiori) e incontrando gruppi di adolescenti per parlare con loro di un fenomeno che sta assumendo profili spesso drammatici. E proprio al  cyberbullismo, nell’ambito del ciclo di eventi “Adolescenza Età di Confine”,  è dedicato l’incontro:
 
Cyberbullismo, un “gioco”pericoloso
 
- organizzato in collaborazione con il Consiglio di Zona 5 del Comune di Milano -
 
che si terrà  
Sabato 17 maggio 2014 (ore 9:30 - 12:30)
presso la Sala Walter Tobagi - Consiglio di zona 5 - viale Tibaldi 41, Milano
 
Tra i temi che verranno affrontati:
le dinamiche attraverso cui si sviluppa il fenomeno. Il profilo di “vittime” e “bulli”; gli ostacoli ad un’immediata emersione dei casi critici; il ruolo della famiglia e la scuola di fronte al fenomeno; quali gli strumenti disponibili per … venirne fuori? Nel corso dei lavori verrà anche effettuato un accesso dimostrativo su ASK e altri Social network particolarmente in voga tra i giovanissimi.
 
Nel corso dei lavori interverrà  l’On. Micaela Campana – prima firmataria della Proposta di Legge su “Disposizioni per la prevenzione e il contrasto del bullismo e del bullismo informatico”.

Laboratorio Adolescenza "sbarca" su ASK

“Da qualche giorno Laboratorio Adolescenza ha un suo profilo sul “famigerato” social network ASK. “E’ una iniziativa sperimentale – spiega Maurizio Tucci, Presidente di Laboratorio Adolescenza -  per capire se e come la presenza di un “soggetto” che nel profilo si definisce per ciò che è:  “una Associazione che si occupa di adolescenti”, può avere un ruolo in un territorio che sembra sempre più senza regole e senza scrupoli. La prima domanda che abbiamo posto ai giovanissimi frequentatori di ASK – spiega Tucci – è stata proprio  se aveva senso, secondo loro, che una associazione che si occupa di adolescenti fosse presente in quel contesto e le tante risposte ricevute ci hanno fornito interessanti spunti di riflessione. Molti gli apprezzamenti (con una prevalenza nettissima da parte delle ragazze), un discreto numero di risposte interlocutorie (bho… che ne so…) e un’immancabile dose (comunque minoritaria) di insulti (specie da parte maschile) in tipico stile ASK. Ma già dopo la prima apparizione attiva abbiamo cominciato a ricevere domande, ad avere follewer, e richiesta di suggerimenti”. 
 
Il nuovo terribile caso di Torino, della quattordicenne che si è suicidata anche – secondo quanto riportano le cronache - a causa degli insulti ricevuti su ASK, ci convince sempre più che è indispensabile un intervento di sostegno psicologico ad una adolescenza psicologicamente sempre più fragile, ma che ha a disposizione strumenti di comunicazione potentissimi.
 
Fulvio Scaparro, Psicoterapeuta e membro del Comitato Direttivo di Laboratorio Adolescenza così commenta:  “Noi adulti (famiglia, scuola, istituzioni, pediatri, volontariato sociale…) abbiamo il dovere – inderogabile – di affrontare questi temi con gli adolescenti già prima che entrino in questi insidiosi contesti sociali proposti dal web. Dobbiamo indicare loro regole comportamentali e metterli in guardia dai pericoli ai quali possono andare incontro. Ma – prosegue Scaparro – dobbiamo anche essere consapevoli che l’adolescenza resta comunque l’età della sperimentazione e che la prevenzione non potrà mai bastare da sola, per cui dobbiamo essere preparati a saperli aiutare adeguatamente nel momento in cui si profila l’emergenza”.  
 
“Proprio con questo spirito – conclude Maurizio Tucci - la nostra iniziativa su ASK vuole essere una sorta di ciambella di salvataggio lanciata in quel  mare tempestoso dal quale la stragrande maggioranza degli adolescenti è attratto, quasi sempre consapevoli e anche stimolati da ciò che li attende. Molti, per fortuna i più, ne escono senza danni, ,me sempre più spesso, qualcuno che non ce la fa. E se a questa “ciambella di salvataggio” ci sarà anche una sola persona che si aggrapperà in un momento di difficoltà il nostro lavoro sarà servito”.

In ricordo di Roberto Burgio - Socio Onorario di Laboratorio Adolescenza

In ricordo di Roberto Burgio - Socio Onorario di L...
Se la Pediatria italiana moderna potesse avere un nome avrebbe certamente quello di Roberto Burgio, per ventiquattro anni direttore della Clinica Pediatrica dell’Università di Pavia, Professore Emerito di Pediatria  presso la stessa Università, già Presidente della Società Italiana di Pediatria. Ieri, all’età di 95 anni, Roberto Burgio ci ha lasciati. 95 anni sono un’età venerabile in cui la morte, anche di una persona che ci è cara, non ci può cogliere di sorpresa, ma l’età anagrafica, in Roberto Burgio, sembrava essere un dettaglio di secondaria importanza se confrontata alla sua lucidità, modernità di pensiero, infaticabile dedizione allo studio e al lavoro, continua produzione scientifica di altissima qualità. Caratteristiche che lo hanno accompagnato fino a pochissimi giorni prima della sua scomparsa.
 
Riassumere la mole di incarichi e riconoscimenti ottenuti da Roberto Burgio nel corso della sua lunghissima e prestigiosa carriera è impresa impossibile e basta scorrere qualunque motore di ricerca per rendersene conto. Ma più che  la rievocazione di un “medagliere” ciò che credo sia più importante ricordare di Roberto Burgio è la sua capacità di essere sempre “avanti”, con intuizioni straordinarie e straordinariamente moderne che, pur avendo come  punto di riferimento iniziale  la pediatria, si allargavano alla filosofia, all’etica, alla scienza della comunicazione.
 
Tra queste, indispensabile ricordare “l’area pediatrica” che Burgio, anticipando anche la Convenzione dell’ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, indicò nella fascia d’età 0-18 anni e le definizionr del pediatra come “avvocato del bambino” e “antenna sociale” attraverso le quali Burgio indicava come il pediatra non dovesse limitare la propria attività a mero tutore della salute fisica del bambino, ma dovesse occuparsi del suo complessivo benessere psico fisico ed essere in grado di cogliere (antenna sociale) tutti i segnali di disagio e criticità sociali.
 
La differenza tra Roberto Burgio e le altre figure di prestigio che hanno reso grande la pediatria italiana sta proprio qui. Il suo “occhio clinico” andava oltre e arrivava prima. Era un punto di riferimento certo, e sempre costantemente aggiornato, per chiunque, e non solo dal punto di vista strettamente medico, si occupasse di infanzia e di adolescenza.
E proprio all’adolescenza – dimostrando ancora una volta una straordinaria intuizione – aveva dedicato ampio spazio nei suoi studi degli ultimi anni, cogliendo come proprio su questa delicatissima fascia d’età si stessero scaricando troppe tensioni del nostro attuale vivere sociale.
 
Io ho avuto la fortuna di conoscere Roberto Burgio oltre vent’anni fa e per me, che venendo da una formazione universitaria di tipo scientifico iniziavo a quell’epoca ad indirizzare i miei interessi di studio e professionali verso l’adolescenza, è stato senza dubbio il più importante punto di riferimento. Devo a lui il mio primo intervento ad un Congresso pediatrico a parlare – cosa a quei tempi del tutto fuori contesto - di comunicazione e adolescenti e devo a lui il mio primo scritto sulla comunicazione in pediatria, ospitato all’interno di un suo volume e, poi, l’incoraggiamento e il sostegno a pubblicare il mio primo libro su quel tema.
 
Ma, soprattutto, devo a Roberto Burgio il tempo e l’attenzione che mi ha dedicato; le lunghe chiacchierate nel suo studio, la sua disponibilità costante a suggerirmi, a confrontarsi, a fornirmi spunti di riflessione e di lavoro. Da vent’anni, fino a poche settimane fa.
 
Quando due anni fa decisi di fondare Laboratorio Adolescenza fu suo il primo e più prezioso incoraggiamento e uno dei primi atti della Associazione fu quello di offrirgli la nomina a Socio Onorario. E quando alla sua risposta “ne sarei onorato” protestai dicendogli “No, Roberto, siamo noi onorati di averti”, concluse affermando: “Laboratorio Adolescenza è il futuro”.
 
Prendo questa sua frase come il mio piccolo pezzo dell’eredità culturale che Roberto Burgio ci lascia.   
 
 Maurizio Tucci
Presidente Laboratorio Adolescenza